Orientamento al Lavoro

Il Servizio di Orientamento al Lavoro è nato il 15 Giugno 1998.
E’ gestito dai membri dell’Associazione di Volontariato Caritas Emmaus che operano come volontari con la qualifica di Tutor Orientatori conseguita nell’anno 1997/98 nell’ambito del progetto: “Reti e Servizi delle Caritas Diocesane per l’Orientamento al Lavoro, per la rimotivazione al Lavoro e per il recupero delle conoscenze ed abilità di base”. Da gennaio 2003 collaborano al Servizio di Orientamento alcuni Tirocinanti pre e post lauream delle Facoltà di Psicologia 1 e 2 dell’Università ‘La Sapienza’ di Roma; da marzo 2010 operano servizio di tirocinio anche altri laureandi dell’università “UniRoma 3” di Roma.

Il Servizio di Orientamento opera in stretta collaborazione con gli altri Servizi dell’Associazione Emmaus e con Enti pubblici e privati del territorio sia locale che nazionale svolgendo le seguenti funzioni:

1. ORIENTAMENTO E RICERCA DEL LAVORO

Lo sportello risponde in maniera nuova e qualificata al problema ‘disoccupazione’, offrendo a persone italiane e straniere Informazioni ed Orientamento al Lavoro.

Il Servizio si realizza attraverso tre momenti fondamentali:
-accoglienza ed ascolto della persona;
-azione di aiuto affinché l’utente prenda consapevolezza dell’insieme delle sue conoscenze, capacità ed esperienze lavorative;
-stesura del ‘curriculum vitae’, che costituisce il punto di partenza per la realizzazione di un nuovo progetto del suo futuro professionale.

In questo ambito il Servizio persegue due fondamentali obiettivi:
-svolgere una funzione di sostegno alla persona;
-fare incontrare domanda e offerta di lavoro sul territorio locale e nazionale.

Per quest’ultimo punto è importante il ‘registro informazioni lavoro’: è lo strumento attraverso il quale si organizza l’informazione sull’esistenza di offerte di lavoro per chi cerca lavoro. In nessun modo viene svolta un’attività di collocamento, ma in questo registro si raccolgono le offerte di lavoro di cui si è venuti a conoscenza mediante la rete Internet, la consultazione di riviste specializzate e le richieste di occupazione evidenziate dal Centro di Ascolto Caritas.

L’informazione sull’esistenza di un’offerta di lavoro viene data seguendo un criterio di priorità dei bisogni, poi spetta alle parti interessate l’incombenza e la responsabilità di incontrarsi e di accordarsi.

Al di là del raccordo domanda/offerta, la strada che il Servizio percorre è quella di stimolare lo sviluppo di una mentalità nuova tesa ad inventarsi occupazioni possibili e a reinvestire l’esperienza acquisita in professioni emergenti.
Importante in questo contesto è stato il Convegno: “Prospettive occupazionali nel mercato del lavoro locale: realtà diverse a confronto” (Viterbo, 13 Gennaio 2001) realizzato dal Servizio di Orientamento al Lavoro in collaborazione con la Commissione Diocesana per i Problemi Sociali e del Lavoro.

Nella stessa direzione il Servizio di Orientamento svolge anche una attività denominata: “fare impresa”.

2. FARE IMPRESA

Si tratta della promozione della cooperazione che costituisce la forma di lavoro più vicina allo spirito del volontariato.
Il Servizio ha favorito la nascita delle seguenti cooperative:
-Anno 1999: Piccola Società Cooperativa di Servizi Turistici “Dante Alighieri”;
-Anno 2000: Piccola Società Cooperativa di Servizi destinati alle fasce deboli “Zoe”.

3. PARTECIPAZIONE A PROGETTI E FORMAZIONE

Un altro ambito di attività del Servizio di Orientamento al Lavoro è costituito dalla:
“Partecipazione a progetti e formazione”.

-Dal novembre 1999 ad Aprile 2000, il Servizio ha partecipato alle fasi di Ricerca, Orientamento e Formazione del Progetto “Seneca”: I percorsi dell’esclusione sociale – Ente promotore: Dipartimento affari sociali della Presidenza del Consiglio dei Ministri nell’ambito dei P.O.M. 940030 I 3 e P.O.M. 40026 I 1.

-Nell’anno-2000/2001 ha partecipato alla Iniziativa Comunitaria “Occupazione e valorizzazione delle Risorse Umane,” progetto denominato “POLARIS ” (Percorsi di Orientamento e Lavoro Assistito per il Reinserimento in Impieghi Stabili.)
Ente Promotore: Dipartimento Amministrazione Penitenziaria – Roma.

-Nell’Anno 2002 ha redatto ed attuato il progetto ‘Password’ finalizzato al conseguimento della Patente Europea di Guida del Computer (ECDL) e all’inserimento lavorativo di soggetti in esecuzione penale esterna, della durata di 153 ore, finanziato dal Ministero della Giustizia- Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria Direzione Centro Servizio Sociale per Adulti di Viterbo.

-Nell’anno 2002 ha positivamente accolto l’iniziativa “Nonni/nipoti in un contesto di vacanza Termale” volta a studiare e favorire le dinamiche relazionali intergenerazionali.
Ente Promotore: Laboratorio Incontri Generazionali del Dipartimento di Studi Sociali e Politici (Facoltà di Scienze Politiche, Università degli Studi di Milano).
La manifestazione è stata realizzata a Viterbo dal 6 al 13 Settembre 2002 con il coordinamento scientifico dell’Università di Milano, con il supporto logistico e scientifico dello Staff del Servizio di Orientamento al Lavoro e con la collaborazione del Centro di Ascolto Caritas, della Regione Lazio – Provincia di Viterbo; del Comune di Viterbo; dell’Anap-Confartigianato; dell’Associazione Culturale Itinerando; delle Terme dei Papi; e dell’Istituto Beata Angelina.

-Dal 2007 al 2008 il servizio di orientamento al lavoro ha partecipato all’iniziativa a favore dei detenuti della Casa circondariale “Mammaggialla” di Viterbo per una durata di 140 ore .
Il progetto si propone per ri-motivare le persone detenute offrendo loro un servizio che li aiuti a recuperare la propria autonomia, sicurezza in se stessi e fiducia negli altri, attraverso l’accoglienza, l’ascolto, l’orientamento e l’accompagnamento.

Top

ORIENTAMENTO AL LAVORO
Piazza San Leonardo 1, 01100 Viterbo
Tel. 0761.341911 – Fax 0761.325910
Vi opera l’associazione di volontariato “EMMAUS”
Aperta Marte e Giovedì dalle 9.00 alle 12.00

Parla con noi